Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Convegno ASI 2016 - “Affrontare la sordità: il rapporto uomo-tecnologia nell’era moderna”

L'Associazione ASI – Affrontiamo la Sordità Insieme Onlus, insieme a Le Eli-Che, servizio dell'Università degli Studi di Parma per studenti con disabilità, in collaborazione con il Forum ASI – Impianto Cocleare, organizzano la terza edizione di questo convegno regionale dell'Emilia-Romagna. Si tratta di un incontro di informazione e di riflessione sulle problematiche legate alla sordità e alla sua riabilitazione.

Intervengono persone che vivono ogni giorno a contatto con questa disabilità: medici, pedagogisti, tecnici, professionisti, istituzioni ed associazioni. L'obiettivo è quello di aggiornare sulle metodiche riabilitative della sordità nell'era contemporanea, e di valutare ciò che è necessario fare per rendere sempre più inclusivo ed efficace il progetto di vita delle persone non udenti.

 

REPORT relativo alla partecipazione e al contributo dell’APIC

Nella giornata di sabato 9 aprile 2016 si è tenuto a Parma, presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli studi di Parma, il 3° convegno regionale dell’Associazione ASI Onlus.

Il titolo del convegno era il seguente: “Affrontare la sordità: il rapporto uomo-tecnologia nell’era moderna” (si allega il programma).

 

L’Associazione APIC è stata invitata a partecipare ed è intervenuta, in particolare, in due momenti:

  1. incontro delle associazioni invitate e presenti, allo scopo, essenzialmente, di stabilire maggiori punti di contatto (sinergie) e di prevedere la possibilità di fare “rete insieme” (formalmente e informalmente).

Il suddetto incontro si è sviluppato in due fasi: la prima, informale, allo scopo di valutare i punti di coesione; la seconda, formale, all’interno della tavola rotonda dedicata alle associazioni.

Durante tale riunione sono state trattate tre principali tematiche:

1.opinione sull’impianto cocleare: opportunità, diritto?;

2. Opinione su cosa manca, in primis, nel servizio sanitario ospedaliero;

3 Opinione sulle difficoltà in merito all’inserimento lavorativo delle persone disabili.

 

Le associazioni hanno esposto le loro rispettive opinioni. Nonostante le specificità di ogni associazione e di ognuna delle loro esperienze, si è chiaramente delineata una visione comune, di intenti e di prospettive, su OGNUNO dei suddetti tre punti.

 

  1. partecipazione alla tavola rotonda “Proposta: testo unico per il riconoscimento dell'invalidità legata alla sordità”.

A tale tavola hanno partecipato Domenico Pinto (Presidente ASI) e Danilo Comba (socio APIC) il quale ha presentato il proprio contributo avvalendosi, inoltre, di alcune diapositive (slides).

La presentazione ha permesso di avanzare alcune riflessioni sull’utilità di riformare il quadro normativo attuale (frammentato e farraginoso) sotto tre punti di vista:

  1. per una maggiore chiarezza;
  2. per una maggiore effettività della tutela;
  3. per un ammodernamento della disciplina, anche in ragione degli sviluppi tecnologici occorsi dagli anni ’70.

L’idea di presentare un “Testo Unico” ha sollevato l’attenzione, l’interesse e la critica dei partecipanti, ivi compresa di alcuni giornalisti presenti per la stampa nazionale:
Corriere della Sera
La Voce del Trentino

Sordionline